Ora la mobilità delle persone disabili è più facile con Kimap

Ora la mobilità delle persone disabili è più facile con Kimap
Marzo 14, 2018 Scritto da Co.Mo.Do.

Oggi la tecnologia corre sempre più veloce trasformando le nostre vite e creando opportunità. Nel 2016 la startup fiorentina Kinoa, fondata da imprenditori attenti alle tematiche sociali, ha deciso di sfruttare questa rivoluzione digitale per metterla al servizio delle persone e in particolare dei disabili. I più recenti dispositivi per la mobilità come i triride e gli scooter o gli handbike elettrici hanno offerto maggior libertà di spostamento e autonomia per i disabili sia in città che in campagna, nel lavoro e nel tempo libero. Queste nuove opportunità avevano però una barriera informativa da abbattere visto che il disabile, seppur con maggiori possibilità di spostamento, non aveva modo di sapere a cosa sarebbe andato incontro: buche, scalini, pietre sconnesse e pendenze erano ostacoli invisibili che si potevano presentare all’improvviso costringendo a lunghe deviazioni o scomodo percorrenze.
Per risolvere questo problema Kinoa ha sviluppato Kimap un’applicazione per smartphone basata su una tecnologia brevettata che è in grado di mappare gli ostacoli e le imperfezioni del terreno e di guidare il disabile attraverso il percorso più accessibile. Grazie ad algoritmi di intelligenza artificiale Kimap impara dai dati raccolti dagli utenti che si spostano utilizzando l’applicazione e aggiorna continuamente le informazioni sull’accessibilità dei percorsi. Attorno a Kimap è nata una comunità di persone, i Kimappers, che utilizzandola l'hanno migliorata e aiutata a crescere. In varie città i Kimappers hanno organizzato dei crowdmapping, eventi di mappatura fatti in compagnia durante i quali gli utenti esploravano la città con Kimap a bordo dei loro mezzi rivelando tutti gli ostacoli delle strade e dei marciapiedi.

Kimap, app sviluppata da Kinoa srl L’attività di mappatura dei Kimappers non si è però limitata alle sole strade cittadine perché con Kimap è possibile esplorare tutta la vastità degli itinerari naturalistici che attraversano l’Italia e non solo. Con questa applicazione i Kimappers hanno infatti mappato sentieri e percorsi turistici come la Magna Via Francigena in Sicilia, la Francigena in Toscana e anche il Cammino di Santiago de Compostela. Poter attraversare i parchi e le campagne attraverso sentieri turistici è una grande opportunità per un disabile ma allo stesso tempo, per evitare scomodi inconvenienti, è importante conoscere in anticipo le condizioni del terreno e la sua percorribilità; per questo motivo il navigatore Kimap diventa un fondamentale alleato per potersi godere al meglio una gita all’aria aperta.
La tecnologia di Kimap può essere usata anche per effettuare delle mappature professionali di siti turistici, archeologici o naturalistici creando degli itinerari dove oltre a alle informazioni sull’accessibilità come la qualità del terreno, la pendenza e le barriere presenti potranno essere inseriti luoghi e punti di interesse, note testuali e vocali e anche i percorsi alternativi per trasformare ogni sito in luogo facile e piacevole da esplorare, per tutti.

www.kimap.it - www.kinoa.tech

Nella foto in alto: Lapo Cecconi, CEO Kinoa srl