Estate 2018 sulle più belle greenways provate da Co.Mo.Do.

Estate 2018 sulle più belle greenways provate da Co.Mo.Do.
Luglio 18, 2018 Scritto da Co.Mo.Do.

Piemonte: Casale Monferrato nel Parco del Po con i "Percorsi Kintana”.
Lombardia: Ciclabile della Valtellina.
Alto Adige: Valle Isarco, Ciclovia che dal Brennero arriva a Bolzano; Ciclabile della Val Pusteria che da San Candido arriva a Fortezza.
Veneto: Vie delle Valli nel Parco del Delta del Po e itinerario ad anello tra le colline del Prosecco.
Friuli Venezia Giulia: Alpe Adria.
Umbria: Ciclovia del Tevere, che parte da San Giustino alla volta di Perugia e la greenway Spoleto-Norcia-Assisi.
Marche: Ciclovia Salaria, Ciclovia del Travertino e ciclopedonale Porto San Giorgio-Fermo-Amandola che si collega alla Spoleto-Norcia.
Abruzzo: "Bike to Coast", progetto di una ciclabile che attraversa i comuni della costa abruzzese.
Campania: "Via Silente", un percorso circolare di 600 km lungo tratti costieri e raggiunge il Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni.
Puglia: Ciclovia dell’Acquedotto pugliese (Menzione Premio Go Slow-Co.Mo.Do.).
Basilicata: Ciclovia dei due Parchi che rientra nel Parco dell’Appennino Lucano e nel Parco Gallipoli.
Calabria: "Via Verde Sila" all’interno della Riserva Mab Unesco Sila e del Parco Nazionale.
Sardegna: Isili-Sanluri (il Sarcidano e il Campidano Centrale attraverso la Marmilla) si muove in gran parte sul sedime della ferrovia dismessa Isili – Villacidro. Un itinerario che ha origine nella Stazione ferroviaria di Isili e si sviluppa in direzione nord-ovest verso Nuragus, dopo aver superato il lago di Is Barroccus, in cui è già presente una pista ciclabile lunga circa 5 chilometri. A nord itinerario che collega il porto di Porto Torres, in cui sono presenti i collegamenti ferroviari (Sassari, Olbia, Macomer, Oristano, San Gavino, Cagliari), con il centro turistico di Badesi, attraversando i comuni di Sorso, Castelsardo e Valledoria.
Sicilia: "Universo Alcantara", itinerario a piedi, in bici, in canoa e a cavallo fra Motta Camastra, Castigione di Sicilia e Mojio Alcantara, nel Parco Fluviale dell'Alcantara.

Intanto aspettiamo………

LA CICLOVIA DELLA SARDEGNA ha una lunghezza totale di circa 1.230 km può essere articolata in direttrici geografiche che comprendono una direttrice da Alghero a Cagliari (538 km) lungo il versante occidentale, ed una da Santa Teresa di Gallura a Cagliari che si sviluppa sul versante orientale (508 km). La Ciclovia si completa con due itinerari trasversali, dei quali uno da Porto Torres a Santa Teresa di Gallura (120 km) lungo la costa settentrionale e l’altro da Dorgali a Macomer, attraverso Nuoro, al centro dell’isola (70 km circa). Risponde a requisiti di tipo trasportistico, in chiave sostenibile, rendendo possibile l’accessibilità diretta ed indiretta diffusa; di tipo turistico, economico, di valorizzazione del patrimonio paesaggistico e culturale, di integrazione europea, nazionale e locale, di integrazione intermodale treno+ bici e bus+bici; salutistico-ricreativo, promozionale-educativo e di miglioramento ed incremento della sicurezza degli itinerari ciclabili.

LA CICLOVIA DEL GARDA, che si connetterà con l’itinerario 7 della rete europea ciclabile EuroVelo, consiste in un itinerario ad anello di 140 km lungo le sponde del lago di Garda e interessa il territorio della provincia autonoma di Trento e delle regioni del Veneto e della Lombardia. Toccando 19 comunirivieraschi tra cui Peschiera del Garda a Salò, Limone del Garda, Torbole, Riva del Garda, Malcesine, Torri del Benaco, Lazise; è un percorso in sicurezza per il ciclismo sportivo non in alta stagione e rispetto alla viabilità ordinaria; favorisce la multimodalità, con l’intermodalità auto-treno-bici-autobus-battello a tutti i cittadini.

LA CICLOVIA DELLA MAGNA GRECIA che ha una estensione di circa 1.000 km ed abbraccia i territori delle Regioni Basilicata, Calabria e Siciliana. Sarà da realizzarsi prevalentemente sulle strade di servizio che corrono partendo da Metaponto, sino alla Città di Reggio Calabria, per poi risalire sulla dorsale Tirrenica giungendo in Basilicata nella città di Maratea, interessando in particolare il tratto 1 della rete Bicitalia e collegandosi a Reggio Calabria anche al tratto 11 della stessa Rete “Ciclovia degli Appennini”, proseguendo quindi in Sicilia il tratto siciliano si muove lungo l’itinerario di Eurovelo 7 da Messina si collega con Catania, con Siracusa e Pachino, per poi concludersi a Pozzallo. Il percorso risponde ai requisiti di intermodalità con altri sistemi di trasporto, in particolare con il sistema ferroviario e marittimo, interconnessione con altri itinerari cicloturistici, valorizzazione del patrimonio storico artistico e naturalistico, valorizzazione del patrimonio agricolo, enogastronomico e delle tradizioni popolari, sviluppo di ricettività turistica ecosostenibile, generazione di occupazione a partire dalle aree interne.