SIMTUR, per la mobilità di domani

SIMTUR, per la mobilità di domani
Ottobre 08, 2019 Scritto da Co.Mo.Do.

SIMTUR è la prima rete nazionale di competenze per la mobilità dolce e il turismo sostenibile. Una delle sedi operative si trova presso il Centro Studi Co.Mo.Do. a Spoleto.

SIMTUR è un'associazione di categoria professionale a carattere tecnico, scientifico e culturale, costituita nel rispetto del Codice Civile, della Legge 14 gennaio 2013 n. 4 e della vigente normativa in materia. L’Associazione non persegue finalità di lucro e opera nell’interesse pubblico, proponendosi di contribuire al progresso della società civile attraverso la rappresentanza unitaria, la formazione e la qualificazione di figure professionali impegnate nello sviluppo della mobilità dolce e del turismo sostenibile, nella progettazione delle infrastrutture, nella ricerca scientifica e metodologica, nell’insegnamento a vari livelli, nelle attività educative e divulgative e nella promozione dei territori e delle destinazioni turistiche.
L’intento prioritario di SIMTUR è rappresentare unitariamente i professionisti che operano nella progettazione di percorsi e infrastrutture di mobilità urbana e territoriale, gli operatori delle organizzazioni pubbliche e delle imprese private interessati allo sviluppo di sistemi integrati di mobilità sostenibile, delle figure professionali in grado di progettare itinerari culturali e percorsi capaci di valorizzare i patrimoni ambientali, agroalimentari, artigianali, di storia e di pellegrinaggio, con la finalità di rispondere alle esigenze delle comunità locali e delle tendenze più evolute della domanda turistica. A tal fine, SIMTUR istituisce Registri nazionali di professionisti che possono richiedere l’iscrizione dimostrando di aver acquisito le fondamentali competenze multidisciplinari di progettazione integrata di percorsi e infrastrutture con nozioni di diritto e di legislazione specifica del settore della mobilità dolce e, altresì, fornisce una qualificazione di eccellenza a professionisti che, progettando e strutturando itinerari e percorsi quali principali biglietti da visita di ogni identità locale, intendono essere veri e propri ambasciatori del patrimonio e della cultura italiana, intesa anche come capacità d’ingegno e produttiva, nell’agricoltura e nell’artigianato. SIMTUR promuove inoltre la ricerca scientifica, l’analisi e lo studio di soluzioni di mobilità per merci e persone in grado di affrontare le criticità ambientali e di migliorare la qualità della vita, esercitando un ruolo di lobby positiva, cerniera tra le istituzioni, gli enti, le imprese, i cittadini e le loro forme di libera aggregazione.

Scopri come aderire a Simtur: https://www.simtur.it/diventare-soci-simtur